Il mondo incantato

Uso, importanza e significati psicanalitici delle fiabe

Copertina

di Bruno BETTELHEIM
Traduzione: Andrea D'Anna
Titolo originale: The Uses of Enchantment. The Meaning and Importance of Fairy Tales (1975, 1976)
Milano, 1977, Feltrinelli Editore
ISBN: n.d.
Br, dim. [hxl]: 221x140, pagine: 312, prezzo: Lire 6000
Copertina: Richard Dadd (1817-1886), The fairy feller's master stroke



Note di copertina

Nella letteratura psicanalitica quest'opera di Bruno Bettelheim, universalmente riconosciuto come uno dei massimi esperti di psicologia infantile, s'impone per la sua eccezionale ricchezza d'intuizioni e di suggestioni. Il tema - le fiabe, quelle tradizionali - potrebbe sembrare desueto, superato. Ma con questo libro affascinante Bettelheim ci avverte che proprio questo genere di narrativa, in contrasto con certa letteratura moderna per l'infanzia, si adegua in modo ideale alla mentalità del bambino, rimasta immutata attraverso i secoli col suo tumultuoso contenuto di confuse aspirazioni, angosce, frustrazioni.
Le fiabe del repertorio tradizionale, prezioso materiale fantastico distillato dalla saggezza e dall'inventiva dei popoli, non possono e non devono essere considerate sorpassate, o addirittura giudicate diseducative e come tali proscritte. Bettelheim raccomanda anzi una loro rivalutazione. Bisogna che genitori ed educatori tornino a raccontare a viva voce ai bambini le stesse storie che durante la loro infanzia alimentarono la loro sensibilità estetica e morale.
L'atemporalità delle fiabe è uno dei loro massimi pregi: il loro situarsi nel "paese delle fate", in una dimensione trasfigurata dove pericoli spaventevoli minacciano l'eroe ma le difficoltà vengono superate, dove il male viene sempre punito e la virtù riceve la sua ricompensa. I personaggi che si muovono in questi scenari fantastici sono figure archetipiche che incarnano le contraddittorie tendenze del bambino, i membri della sua cerchia familiare nei loro opposti aspetti, gli adulti del "mondo esterno". Le situazioni delle fiabe, nel rispecchiare la visione magica e "animistica" che il bambino ha delle cose, i suoi stupori, i suoi terrori, i suoi desideri impossibili, esorcizzano incubi sepolti nell'inconscio, placano inquietudini, aiutano a superare incertezze e crisi esistenziali, ad accettare responsabilità, a dare un senso alla propria vita. Mettono il bambino di fronte alle reali difficoltà dell'esistenza con un linguaggio non realistico, che è l'unico da lui pienamente recepibile a livello profondo.
La trattazione si articola agevolmente attraverso acute e suggestive analisi di numerose fiabe fra le più note e amate, da Cappuccetto Rosso a Cenerentola a Barbablù, sollecitando interessi nel campo della letteratura e della mitologia, della psicologia infantile, della psicanalisi e della educazione.


Indice

    Ringraziamenti
    
    Introduzione. La faticosa ricerca del significato
    
    Parte prima
    Un pizzico di magia
    
    La vita divinata dall'intimo
    "Il pescatore e il genio". Fiaba e favola a confronto
    Fiaba e mito. Ottimismo contro pessimismo
    "I tre porcellini". Il principio di piacere contro il principio di realtà
    Il bisogno di magia del bambino
    Soddisfazione indiretta e riconoscimento cosciente
    L'importanza dell'esteriorizzazione. Personaggi ed eventi fantastici
    Le trasformazioni. La fantasia della matrigna cattiva
    La sostituzione dell'ordine al caos
    "L'ape regina". La conquista dell'integrazione
    "Fratello e sorella". L'unificazione della nostra duplice natura
    "Sindibad il marinaio e Sindibad il facchino". Fantasia contro realtà
    La storia cardinale delle "Mille e una notte"
    Storia di due fratelli
    "I tre linguaggi". Il conseguimento dell'integrazione
    "Le tre piume". Il figlio minore come sempliciotto
    Conflitti edipici e risoluzioni. Il cavaliere dalla splendente armatura e la damigella in pericolo
    Paura della fantasia. Perché le fiabe sono state messe al bando?
    Il superamento dell'infanzia con l'aiuto della fantasia
    La Guardiana delle oche. La conquista dell'autonomia
    Fantasia, recupero, fuga e consolazione
    Come racocntare le fiabe
    
    Parte seconda
    Nel regno delle fiabe
    
    "Hänsel e Gretel"
    "Cappuccetto Rosso"
    "Jack e il fagiolo magico"
    La regina gelosa in "Biancaneve" e il mito di Edipo
    "Biancaneve"
    "Boccoli d'Oro e i tre orsi"
    "La Bella Addormentata nel bosco"
    "Cenerentola"
    Il ciclo fiabesco dello sposo-animale. La lotta per la maturità
    
    Note
    
    Bibliografia

Home Page
Home Page
Bibliografia
Bibliografia
JRR Tolkien
J.R.R. Tolkien
Libri
Elenco Libri su Tolkien
Autori
Elenco Autori
Riviste
Elenco Riviste
Riviste
Forum

Soronel Questa pagina è stata realizzata da:
Soronel l'Araldo