Tolkienology

Il segreto della tua personalità coi personaggi del Signore degli Anelli

Copertina

di Alessandro GNOCCHI, Paolo GULISANO, Mario PALMARO
Casale Monferrato, 2004, Piemme
ISBN: 88-384-8404-X
Br/Sc, dim. [hxl]: 210x130, pagine: 240, prezzo: € 12,50
Copertina: Illustrazione di Roberto Amadi



Note di copertina

Sapevate che Frodo possiede tutto lo spirito di sacrificio dei nati sotto il segno del Cancro? E che Sauron, maestro di inganni e oscuro signore del male, è divorato dalla sete di potere che caratterizza i nati sotto lo stesso segno? Vi siete mai chiesti perché Legolas, l'intrepido arciere della Compagnia dell'Anello, ricorda così da vicino i tratti della personalità del Sagittario? E perché Gandalf incarna la saggezza proverbiale dei Bilancia?
Le risposte sono tutte in questo curioso manuale, che vi svelerà come e perché tutti gli eroi del mondo di Tolkien sono dominati da un segno dello zodiaco.
Quali personaggi sono nati sotto la vostra stella? Cercate il vostro segno e scoprite quali vizi e virtù avete in comune con i protagonisti del fantasy più amato di tutti i tempi. E mentre leggerete i profili della vostra costellazione, non potrete resistere alla tentazione di scoprire quelli di amici e familiari, colleghi e fidanzati e di costruire, attraverso un simpatico gioco suggerito alla fine del volume, la "vostra" Compagnia dell'Anello.


Indice

    Sotto il segno di Tolkien
    
    ARIETE
    Tom Bombadil
    Baccador
    I Raminghi
    I Rohirrim
    Éowyn
    
    TORO
    Gimli
    Glóin
    Isildur
    Gli Orchi
    I Balrog
    
    GEMELLI
    I Numenoreani
    Beren & Lúthien
    Grima Vermilinguo
    Sam Gamgee
    Rosie Cotton
    
    CANCRO
    Gli Elfi
    Sauron
    Frodo Baggins
    Beregond
    Bergil
    
    LEONE
    Aragorn
    Théoden
    Éomer
    Denethor
    Imrahil
    
    VERGINE
    Elbereth
    Galadriel
    Arwen
    Ioreth
    La Bocca di Sauron
    
    BILANCIA
    Gandalf il Grigio
    Saruman il Bianco
    Radagast il Bruno
    Aquila Gwaihir
    Omorzo Cactaceo
    
    SCORPIONE
    Shelob
    Barbalbero
    Vecchio Uomo Salice
    I mûmakil
    Ghân-buri-Ghân
    
    SAGGITTARIO
    Legolas
    Elrond
    I Nazgûl
    Eärendil
    Glorfindel
    
    CAPRICORNO
    Boromir
    Faramir
    Melkor (Morgoth)
    Ombromanto
    Gli Elfi Silvani
    
    ACQUARIO
    Gli Hobbit della Contea
    Meriadoc Brandibuck
    Peregrino Tuc
    Gli Uruk-hai
    Cirdan
    
    PESCI
    Gollum
    Bilbo Baggins
    Celeborn
    Il Re Stregone di Morgul
    Il Re dei Morti
    
    Costruisci la Compagnia dell'Anello

Il commento di Soronel

Una delle mie regole di vita è non scrivere mai un commento a un libro che non ho letto, ma in questo caso farò un'eccezione, almeno in parte. In realtà infatti questa non è una recensione al libro nel suo complesso, ma unicamente alla parte che ne ho letto, vale a dire l'indice.

Lo schema del libro è noto: una carrellata di personaggi tolkieniani suddivisi per segno zodiacale in modo da dare un'idea di quali possano essere le caratteristiche caratteriali degli appartenenti a quel segno in base ai comportamenti tenuti dai personaggi nei libri di Tolkien.

Tralasciamo pure ogni considerazione sull'astrologia: non voglio commentare né sulla sua "scientificità" né sul fatto che la Chiesa abbia in proposito opinioni ben precise (e l'autore Gulisano, notoriamente attento alle problematiche della Chiesa, avrebbe secondo me dovuto pensarci un po' di più prima di prestare il suo nome a questa operazione).

Fingiamo per un attimo di entrare nell'ordine di idee di qualcuno che creda nell'astrologia, o che comunque non ne abbia l'opinione che ne ho io, e sfogliamo l'indice del libro (l'unica parte che ne ho per ora a disposizione).

Cosa ne sa l'Uomo della Strada di astrologia e di oroscopo? In realtà, anche se legge il proprio ogni giorno, non molto: solo che in base al giorno in cui sei nato, le stelle prevedono cosa ti succederà, o quale carattere avrai. Le cose importanti, quindi, sono la data di nascita e le stelle.

Nell'indice di Tolkienology vediamo un gran numero di personaggi, alcuni dei quali non hanno una data di nascita, o se ce l'hanno essa è precedente alla comparsa delle stelle. Di due soli personaggi, fra tutti quelli citati, conosciamo la data di nascita: Bilbo e Frodo Baggins, entrambi nati il 22 settembre. Anche considerando le differenze fra il calendario della Contea e il nostro, possiamo anticipare il loro compleanno al massimo al 14 settembre: entrambi quindi devono obbligatoriamente essere del segno della Vergine (oppure, se si preferisce l'astrologia "scientifica", della Bilancia per via della precessione degli equinozi); per quale motivo allora sono uno (Frodo) nel Cancro e l'altro (Bilbo) nei Pesci?


Il commento di Cla

ORIGINE DELLA RECENSIONE: devo ringraziare Soronel, Elendil, e Beleg, che con i loro ermetici commenti al volume, hanno fatto sorgere in me il desiderio di acquistare un volume che, probabilmente, sarebbe rimasto assente dalla mia biblioteca tolkieniana.

CONTENUTO: Il libro consta di un'introduzione e 12 capitoli (uno per segno zodiacale) e in ogni capitolo sono fornite brevi descrizioni dei personaggi che popolano la terra di mezzo. Per ogni personaggio sono poi elencate in una tabella le caratteristiche principali, nella quale il lettore può barrare la peculiarità che più rispecchi il proprio carattere. Dulcis in fundo, "nelle pagine finali troverete nove schede: una per delineare la vostra personalità e otto dedicate ad altrettante persone scelte tra quelle con cui vi sentite più a vostro agio. Saranno gli strumenti per identificare in coloro che vi circondano gli amici con i quali sareste disposti ad affrontare qualsiasi avventura" [p. 12]. Tra i "personaggi" il lettore potrà trovare non solo i classici membri della compagnia dell'anello (e i loro nemici o amici), ma anche il Vecchio Uomo Salice, l'aquila Gwahir e nientemeno che i Mumakil (tra le cui caratteristiche sono riportate tra le altre: saggezza, benevolenza, violenza, irosità !?[p. 158]).

COMMENTO: Il volume lascia davvero sconcertato il lettore, che vede riuniti in un solo libro elementi che sono apparentemente contraddittori. Infatti:

  1. da un lato abbiamo gli autori che:
    1. sono studiosi di provata serietà, ognuno nel suo campo;
    2. sono esponenti della cultura cattolica;
  2. dall'altro abbiamo un volume che:
    1. ha un contenuto culturale pressoché nullo, e questo pare contraddire il punto A1;
    2. tratta del tema della conoscenza del proprio ego attraverso i segni zodiacali e i caratteri di personaggi immaginari, e questo pare contraddire il punto A2.

Tuttavia, siccome il volume esiste, non può essere contraddittorio, visto che se un oggetto è in sé contraddittorio (ad es. un circolo quadrato) non può esistere. Da qui la domanda: cos'è che rende possibile l'esistenza del volume in questione? Com'è possibile che seri studiosi cattolici abbiano potuto scrivere un'opera del genere, per di più pubblicata da una casa editrice rinomata? Lascio al lettore del volume la (facile) risposta a tali quesiti.

PREGI: difficile davvero trovare un pregio a questo testo, tuttavia, siccome credo fermamente che in ogni cosa ci sia qualcosa di buono, mi sono sforzato di cercarla e, dopo lunga ricerca, mi sono accorto che avevo la risposta proprio sotto il naso: la copertina del testo è infatti decorosa.

LIMITI: Il libro non giova alla seria diffusione della cultura tolkieniana, e fa diminuire la stima che gli autori si sono meritati con altre opere certo più serie, anche se meno commerciali. Per finire una nota di cronaca: ho pagato il libro 15 euro, e quando sono arrivato a casa mi sono accorto che il prezzo di copertina era 12,5 euro. Chissà in quale personaggio si riconoscerà colui che mi ha venduto il testo ?!


Home Page
Home Page
Bibliografia
Bibliografia
JRR Tolkien
J.R.R. Tolkien
Libri
Elenco Libri su Tolkien
Autori
Elenco Autori
Riviste
Elenco Riviste
Riviste
Forum

Soronel Questa pagina è stata realizzata da:
Soronel l'Araldo